SiciliAmbiente Consiglia: The Cove

THE COVE (Usa 2009)
Consigliato da Antonio Bellia, direttore artistico SiciliAmbiente

Regia: Louie Psihoyos
Con Ric O’Barry
Oscar Miglior Documentario 2010

Nel 2009, quando feci la prima edizione del SiciliAmbiente, la domanda che mi risuonava più frequentemente era: il cinema può davvero sensibilizzare l’opinione pubblica contro efferati crimini di ogni natura e genere?
Quando vidi il film di Louie Psihoyos, “The Cove”, non ebbi più alcun dubbio. Lo sconvolgente documentario sulla mattanza dei delfini che avviene nella baia di Taiji, cittadina giapponese, mi colpì profondamente. Un film apertamente militante, certamente fazioso e “politico”, in cui l’autore Psihoyos espone il suo pensiero con chiarezza senza lasciare nulla al sottinteso. Ovvero: vuoi fare un documentario d’assalto? Che sia dichiarato, coerente e cinematograficamente compiuto.
Psihoyos riesce attraverso una trovata geniale a raggiungere la baia, fotografare o riprendere la carneficina che si svolge all’insaputa dell’opinione pubblica aggirando l’agguerrita sorveglianza, coadiuvata dalla polizia e dalla mafia locale, che mette al riparo da spettatori scomodi, un’attività che porta alla morte annua di 23mila animali. I pescatori di Taiji picchiando su dei pali di legno che affondano nell’acqua attirano i delfini nella baia e, a quel punto, calano le reti per rinchiuderli fino all’indomani mattina quando gli addestratori dei delfinari arrivano per scegliere gli esemplari da destinare agli acquari. Il valore è di 150.000 dollari a delfino. Gli altri, senza distinzione di specie, sesso o età, vengono barbaramente uccisi in quello che dà il nome al film, il covo e venduti a 600 dollari l’uno per alimentare il mercato della carne di delfino, con il benestare della delegazione giapponese alla International Whaling Commission.

Un film che tiene altissima la soglia della riflessione, non registra alcuna caduta di tono, con dialoghi e ritmo serrati in un’atmosfera da thriller che ti lascia senza fiato. Con un finale totalmente silenzioso in cui si lascia spazio ad un’unica verità: la strage dei delfini.

Un film che tutti dovrebbero vedere!

Antonio Bellia

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

rimani aggiornato sulle nostre novità