Soyalism

CONCORSO DOCUMENTARI: 2° PREMIO (EX-AEQUO)
DOCUMENTARY FILM CONTEST: 2nd PRIZE (Ex Aequo)

Soyalism


Diretto da/Directed by: Stefano Liberti, Enrico Parenti
Prodotto da/Produced by: Susanna Trojano
Montaggio/Editing: Erika Manoni
Direttore della Fotografia/D.O.P.: Enrico Parenti
Musica/Music: Stefano Piro, Guappecartò
Durata/Running Time: 65’
Paese di produzione/Country of Production: Italy 2018
Contatti/Contact: elliotfilms.info@gmail.com

Sinossi: In un mondo sempre più sovrappopolato e in preda ai cambiamenti climatici, il controllo della produzione dei beni alimentari è diventato un enorme business per una manciata di poche gigantesche aziende. Seguendo la filiera di produzione industriale della carne di maiale, dalla Cina al Brasile passando per Stati Uniti e Mozambico, il documentario descrive l’enorme movimento di concentrazione di potere nelle mani di queste ditte, che sta mettendo fuori mercato centinaia di migliaia di piccoli produttori e trasformando in modo permanente paesaggi interi. A partire dai mega-allevamenti intensivi in Cina fino alla foresta amazzonica minacciata dalle coltivazioni di soia sviluppate per nutrire animali confinati in capannoni dall’altra parte del mondo, questo processo sta pregiudicando gli equilibri sociali e ambientali del pianeta.

Synopsis: In a world struck by climate change and overpopulation, food production control is increasingly becoming a huge business for a handful of giant corporations. Following the industrial production chain of pork and the related soybean monoculture, from China to Brazil through the United States and Mozambique, the documentary describes the enormous concentration of power in the hands of these Western and Chinese companies. This movement is putting out of business hundreds of thousands of small producers and transforming permanently entire landscapes. Launched in the US at the end of the 70s, the system has been exported across the world, especially in large-populated countries such as China. From waste-lagoons in North Carolina to soybeans monoculture developed in the Amazon rainforest to feed animals, the movie describes how the expansion of this process is jeopardizing the social and environmental balance of the planet.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

rimani aggiornato sulle nostre novità